01 ago 2016

ECOFESTIVAL

Con il Progetto EcoFestival abbiamo voluto rendere la manifestazione un evento sempre più sostenibile, al passo coi tempi e anche capace di fare da traino ad altre iniziative locali e nazionali. Il Progetto EcoFestival costituisce elemento rilevante della nostra politica di attenzione verso il sociale che si arricchisce anche del Progetto di solidarietà denominato “Il Grande Cappello” (in collaborazione con IBO Italia) , del nostro impegno per rendere maggiormente accessibile il Festival a chi è costretto a muoversi in carrozzina, delle nostre attività a favore dei carcerati, degli anziani e degli utenti del servizio di Igiene mentale descritti in altra parte del presente opuscolo. Ovviamente queste ultime iniziative possono essere realizzate solo grazie alla grande disponibilità e generosità degli ospiti del Ferrara Buskers Festival, che nonostante il grande impegno che richiede la manifestazione, si dimostrano sempre pronti ad esibirsi gratuitamente per buone cause. Il Progetto EcoFestival è anche uno strumento di innovazione. Basti pensare all’obiettivo di ridurre l’utilizzo della carta che ha dato una grande accelerata al processo di digitalizzazione e dematerializzazione delle procedure organizzative e delle attività di comunicazione e promozione del Festival. Il metodo adottato è quello della dichiarazione degli obiettivi, della loro misurazione e della certificazione da parte di enti terzi. Questo ci ha portato ad ottenere quasi “naturalmente”, prima tra le iniziative culturali ferraresi, la certificazione Iso 20121 (ente certificatore Bureau Veritas). Il Progetto Ecofestival ha ottenuto, infine, importanti riconoscimenti a livello nazionale e regionale, come il Premio CulturainVerde 2013 organizzato da Adescoop con il patrocinio del Presidente della Repubblica, il Premio EcoFeste 2012 istituito dalla Regione Emilia-Romagna, oltre al Patrocinio del Ministero dell’Ambiente a partire dal 2015.

TUTTE LE AZIONI CHE SOSTANZIANO IL PROGETTO ECOFESTIVAL 2016

  • Allestimento in collaborazione con Gruppo Hera di diversi punti di raccolta differenziata, presidiati dai nostri ecoassistant (Associazioni CleaNap e Viale K)
  • Digitalizzazione delle procedure organizzative e progressiva dematerializzazione delle attività di promozione al fine di ridurre l’uso della carta.
  • Realizzazione del bicchiere del Ferrara Buskers Festival per ridurre l’utilizzo del materiale usa e getta
  • Distribuzione gratuita attraverso la Sorgente Urbana , messa a disposizione dal Gruppo Hera, di acqua refrigerata, naturale o gasata, proveniente dall’acquedotto cittadino.
  • Progetto di recupero e valorizzazione dei prodotti invenduti che si inserisce nel progetto “Last Minute Market a Ferrara”, coordinato dal Comune di Ferrara in collaborazione con Last Minute Market srl, Spin off della Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna. Aderiscono i punti di Ristorazione direttamente legati alla manifestazione.
  • Vantaggi per chi arriva in treno
  • Promozione del servizio di Social Bus Sharing (in collaborazione con GoGoBus)
  • Promozione del ride sharing (in collaborazione con Bla Bla Car)
  • Distribuzione gratuita di ecoastucci per fumatori (in collaborazione con Assessorato all’Ambiente del Comune di Ferrara e Centro Idea)
  • Realizzazione degli stand del festival con materiali di recupero (pallet) e vernici ecologiche in collaborazione con Il Tuttologo.
  • Scelta di fornitori prossimi al luogo dell’evento.
  • Utilizzo di prodotti a km 0 nel buskerbar di Giardino della Duchesse (in collaborazione con Giori)
  • Utilizzo di stoviglie in materbi presso il BuskerVeg Restaurant e la Piccola Osteria del Chiostro (Chiostro di San Paolo)
  • Organizzazione di navette con l’utilizzo di autobus a metano (in collaborazione con Tper, Ami e Ferrara Tua)
  • Adozione di luci a led negli stand del Festival e nei punti di ristorazione
  • Adozione di illuminazione a basso consumo negli stand di artigianato artistico (in collaborazione con CNA)
  • Creazione di vantaggi per gli hotel con certificazione ambientale.
  • Iniziative di informazione per quanto riguarda il recupero degli oli alimentari esausti (in collaborazione con Gruppo Hera).

ORGANIZZAZIONE PROGETTO ECOFESTIVAL

Ideazione: Luigi Russo, Associazione Ferrara Buskers Festival;
Coordinatore scientifico: Mario Sunseri, Labelab
Redazione disciplinare: Michele Ungaro

Del gruppo di coordinamento del Progetto Ecofestival fanno anche parte:
Marco Mari, Bureau Veritas; Leonardo Malatesta, Atersir; Maria Cristina Rovini e Alberto Pellizzari, Gruppo Hera; Elisabetta Martinelli, Assessorato all’Ambiente; Enrica Ticchiati, Associazione Ferrara Buskers Festival; Massimo Tagliani, Associazione Viale K.

Partecipano al progetto:
Comune di Ferrara (Assessorato alla Cultura, Assessorato all’Ambiente, Assessorato alle Attività Produttive); Università di Ferrara; Università di Bologna; Gruppo Hera; Labelab; Atersir.

Ente certificatore della sostenibilità dell’evento: Bureau Veritas.