14 ago 2016

FERRARA BUSKERS FESTIVAL 2016

Tutto ciò che è successo in questo ultimo anno sembra congiuri contro l’idea stessa dell’arte di strada. L’arte di strada è il viaggio, l’accoglienza, lo scambio, l’incontro di culture, mentre ci troviamo sempre più di fronte a situazioni in cui vengono eretti muri (non solo in termini metaforici) piuttosto che ponti, mentre sui giornali si legge di guerre di civiltà e di crescente insofferenza, che sfocia spesso in vere e proprie forme di fobia, verso “l’altro”.

La stessa costruzione del muro del Brennero, tra l’Italia e l’Austria ci ha indotto a qualche riflessione se mantenere l’Austria come nazione ospite o meno.

Alla fine si è deciso di non rispondere a muro con un altro muro e a rispettare, al di là delle contingenze politiche ed elettoralistiche dei nostri vicini (tutto il mondo è paese), la grande tradizione culturale e in particolare musicale dell’Austria e, non ultimi, i gruppi musicali austriaci, già invitati da tempo.

Comunque, brutti segnali di un Europa, che nelle difficoltà, non si compatta, ma si divide.

Il Ferrara Buskers Festival, di fronte a tutto ciò, vuole restare se stessa, ovvero una grande festa della musica di strada e dell’incontro, non solo di culture, ma di uomini e donne in carne ed ossa. Tante persone che sempre più numerose, ce lo confermano i nostri sondaggi, vengono a Ferrara da tante parti del mondo

Perché la vita, come diceva il poeta, compositore e diplomatico, Vinicius de Moraes, autore che amo spesso citare, è l’arte dell’incontro. E creare occasioni di incontro è sempre dare una possibilità in più alle vite di tutti di arricchirsi di nuove esperienze e di alleggerirsi di vecchi e nuovi pregiudizi.

Il tutto in grande allegria, con la colonna sonora delle musiche del mondo proposte da artisti che, scegliendo la strada come proprio palcoscenico, hanno scelto di andare incontro alla gente.

Il Ferrara Buskers Festival, un evento, ci fa piacere sottolinearlo, sempre più sostenibile e solidale, vi aspetta, dunque, nel cuore di una città bella e ospitale come Ferrara, sempre più attrezzata, per consolidata esperienza, ad accogliere iniziative di grande portata come questa.

Non ci rimane, infine, che augurare a tutti buon divertimento e, soprattutto, buoni incontri!

 

 

Luigi Russo
Direttore Organizzativo
del Ferrara Buskers Festival